IMPRENDIGIOVANE

In questi 42 anni di storia abbiamo incontrato tanti giovani che hanno condiviso con noi esperienze più o meno lunghe: servizio civile, tirocini lavorativi, stages universitari, esperienze di lavoro…

Di quei tanti giovani, che oggi sono diventati professionisti affermati, ricercatori, cooperatori sociali, lavoratori in vari settori produttivi, alcuni ci dicono di avere nel cuore e nella memoria la traccia indelebile di quell’esperienza.

Oggi, per i nostri giovani, orientarsi e trovare uno sbocco nel mondo del lavoro risulta sempre più difficile e faticoso. Riuscire a dare forma e gambe ad una propria idea/passione lavorativa risulta spesso impresa impossibile.

Sentiamo pertanto il bisogno di cambiare la sostanza del nostro ruolo e le forme con le quali ci giochiamo la sfida del dare occupazione ai giovani.

Vogliamo premiare l’entusiasmo, l’energia, l’intelligenza e l‘imprenditorialità di giovani che ancora non hanno sbocchi o prospettive lavorative, ma hanno volontà, fantasia e voglia di mettersi in gioco.

Vogliamo dare gambe imprenditoriali alle loro idee e passioni.

Lo vogliamo fare in rete, con chi ci sostiene quotidianamente. Da qui nasce l’idea di imprendigiovane”.

 

IMPRENDIGIOVANE, CHE COS’È?

È un bando di concorso per la selezione di idee imprenditoriali innovative, originali, interessanti dal punto di vista del mercato di riferimento. Il bando riguarda due aree di interesse, che possono essere anche co-presenti all’interno delle idee presentate dai candidati:

Area 1 Sociale –  Integrazione Sociale, Lavoro alle fasce “deboli”

Area 2 Ambiente –  Sostenibilità Ambientale, Impatto Ambientale, Eco-compatibilità

Ogni candidato deve presentare, entro il 31.12.2018, un Business Plan completo dell’idea innovativa per la quale richiede il contributo.

Il contributo di Imprendigiovane viene definito in termini di sponsorizzazione/tutorship dello “start up”dell’idea/idee selezionate all’interno della Cooperativa per evitare, almeno in fase di avvio (primi anni), i rischi e la complessità dell’avvio di una piccola impresa. Alle idee che vinceranno il concorso verrà destinato un contributo economico, oltre che il supporto tecnico gestionale, da parte di tecnici e professionisti (interni o collegati alla cooperativa) per la loro implementazione. Le idee selezionate saranno a tutti gli effetti idee della cooperativa, nel senso che i giovani usufruiranno della struttura organizzativa cooperativa  per sviluppare un nuovo ramo di impresa che potrà poi evolvere, attraverso un futuro spin-off, in una nuova impresa autonoma.

L’importodel contributo dipende dalla dotazionedel Fondo ( obiettivo €. 40.000)

La cooperativa, oltre al contributo stanziato sul progetto, investirà propri spazi, tempi, energie e risorse professionali a sostegno dell’avvio e dello sviluppo del progetto all’interno della stessa”

APERTURA BANDO 01 DICEMBRE 2018

CHIUSURA BANDO 31 DICEMBRE 2018

AREA SOCIALE

Il bando intende sostenere progetti imprenditoriali che mettano al centro della loro attenzione la questione sociale connessa al lavoro, in termini di accessibilità e sostenibilità per le fasce sociali in condizione di fragilità. In questo senso il bando pone una particolare attenzione ai progetti che cercano di fornire risposte originali, innovative, sostenibili ai problemi di:

  • Accessibilità al lavoro dei giovani (fascia 15-29 anni), con particolare attenzione ai cosiddetti NEET (Not Engagedin Education, Employement and Training).
  • Accessibilità e sostenibilità del lavoro per le donne neo-mamme dopo il periodo di pausa per maternità o per tutti coloro che, per vari motivi, rientrano al lavoro dopo un lungo periodo di inattività
  • Accessibilità e/o reintegro al lavoro di soggetti over 50, provenienti da esperienze lavorative anche di rilievo, vittime della crisi degli anni scorsi e ora difficilmente reintegrabili negli organici aziendali con le normali dinamiche di domanda e offerta del lavoro
  • Accesso e sostenibilità del lavoro per soggetti con disabilità, pazienti psichiatrici, ex tossicodipendenti, che si trovano nella fase di reinserimento sociale dopo un più o meno lungo periodo di sofferenza acuta e di presa in carico sociale e sanitaria

Il bando favorirà progetti di start-up di nuove idee/attività imprenditoriali (da sviluppare all’interno della cooperativa) che mostrino nelle forme, negli strumenti e nelle modalità gestionali e operative, una particolare attenzione alle sopracitate fasce di fragilità.

Non verranno prese in considerazione attività imprenditoriali, seppur innovative sul piano tecnico o della business idea, che non mostrino però tale carattere anche sul versante delle politiche attive del lavoro.

 

AREA AMBIENTALE

Il bando intende sostenere progetti imprenditoriali che pongano come priorità il tema della sostenibilità ambientale, in termini di:

  1. modalità di utilizzo e consumo delle materie prime
  2. minimizzazione degli scarti di produzione e loro gestione sostenibile (in termini di recupero e riutilizzo)
  3. ottimizzazione del consumo energetico, sia in termini di scelta di energie naturali, alternative, rinnovabili, sia in termini di gestione del consumo energetico e della sua compensazione

Nello specifico, il bando favorirà progetti imprenditoriali (da sviluppare all’interno della cooperativa) che non solo mostrino attenzione alla sostenibilità ambientale, ma che facciano di quest’ultima il fulcro del proprio business plan.

Particolare attenzione verrà dedicata a:

  • Progetti imprenditoriali sul tema del recupero e riutilizzo dei materiali di scarto
  • Progetti imprenditoriali sul tema delle energie rinnovabili, della loro produzione, gestione e distribuzione
  • Progetti imprenditoriali sul tema della compensazione dei consumi energetici in termini di “impatto zero”.

Non verranno presi in considerazione progetti che, pur presentando attività innovative sul piano tecnico o della business idea, mostrino un‘attenzione solo “accessoria” al tema della  sostenibilità ambientale.

 

A CHI SI RIVOLGE

Il bando si rivolge a giovani (fascia 18-29 anni), individualmente o in gruppo.

 

COSA SI FINANZIA

Il bando finanzia parte dei costi di avvio ( parte dei costi del primo anno) di idee/attività innovative, precedentemente selezionate da apposita commissione tecnica. Il bando vuole finanziare idee presentate da giovani (fascia 18-29 anni) che abbiano caratteristiche:

  • di innovazione dal punto di vista tecnico e tecnologico  (un’idea nuova)
  • di solidità dal punto di vista della business idea,del mercato di riferimento e del piano economico per il suo avvio  (un’idea solida)
  • di sensibilità alla questione sociale, cioè da subito con una spiccata attenzione alle problematiche sociali del lavoro e, in particolare, al tema dell’accesso al lavoro delle fasce di povertà/ fragilità sociale (un’idea sensibile).

Le idee selezionate verranno sviluppate all’interno della Cooperativa, con il supporto della struttura, dei professionisti e degli strumenti  da essa messi a disposizione.

 

COSA NON SI FINANZIA

Il fondo non intende finanziare:

  • Progetti che non hanno caratteristiche di innovazione
  • Progetti già esistenti e/o finanziati da altri fondi (pubblici o privati)
  • Investimenti immobiliari nella forma dell’acquisto/ristrutturazione e in misura prevalente rispetto alle altre voci di budget
  • Spese ordinarie non direttamente imputabili al progetto
  • Progetti di sola formazione sensibilizzazione, promozione culturale;
  • Progetti di ricerca

 

MODALITÀ E TEMPI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE 

Il bando prevede, per ciascuna delle idee da presentare, la stesura (da parte del giovane candidato) di un business plan  completo in tutte le sue parti.

Tale documento deve essere inviato entro a partire dal giorno 01 dicembre 2018 e non oltre il giorno 31 dicembre 2018 all’indirizzo di posta elettronica bandoimprendigiovane@coopcomunità.it

Ai candidati preselezionati verrà chiesto un colloquio di approfondimento dei contenuti del business plan presentato.

Dopo la conclusione dei colloqui verranno  deliberati i contributi sulle idee considerate più meritevoli e interessanti dal punto di vista imprenditoriale in relazione alle priorità tematiche definite nel bando.

Si sottolinea che un  business plan completo, risulta composto da:

  • Una descrizione chiara e dettagliata della Business Idea (l’idea progettuale sulla quale generare una start up)
  • Un piano operativo e un piano delle risorse completi ed esaustivi
  • Una dettagliata analisi del contesto sociale e del mercato di riferimento nel quale si inserirebbe la nuova attività
  • Un piano di Marketing articolato che descrive le strategie e le azioni finalizzate ad acquisire fette di mercato e una posizione stabile in esso.
  • Un cronoprogramma di sintesi delle azioni/attività previste
  • Un piano triennale dei costi dettagliato per ogni fase/attivitàprevista dal progetto
  • Un piano di coperture altrettanto dettagliato ed esaustivo

Saranno valutati positivamente i Business Plan che mostrano un utilizzo efficace di strumenti di analisi di mercato, di pianificazione delle strategie di sviluppo, di valutazione dei punti di forza e debolezza delle stesse.

In aggiunta, sarà gradita la presentazione di un videospot  promozionale sul progetto presentato     (della durata massima di 3’) nella forma del Pitch Elevator. In caso di mancanza di strumenti audio/video risulterà altrettanto gradito un “Pitch Elevator” scritto (non superiore alle 10 righe).

 

BUDGET DISPONIBILE.

Complessivamente il bando mette a disposizione €. 40.000

 

DESCRIZIONE DELLE MODALITÀ E DEI TEMPI DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI 

Per i progetti selezionati verrà comunicato via mail e via lettera ai soggetti beneficiari il buon esito della richiesta di contributo/tutorship e l’importo destinato al progetto  (nei limiti di quanto previsto dal presente bando). Inoltre verrà organizzata una conferenza stampa per rendere pubblici i risultati del progetto.

La cooperativa (e i partner) nominerà un “tutor di progetto”, per ogni progetto deliberato, che avrà il compito di monitorare con continuità l’andamento dello stesso, segnalando alla cooperativa eventuali scostamenti  rilevanti rispetto a quanto previsto.

Le idee selezionate saranno a tutti gli effetti idee della cooperativa, nel senso che i giovani usufruiranno della struttura organizzativa cooperativa  per sviluppare un nuovo ramo di impresa che potrà poi evolvere, attraverso un futuro spin-off, in una nuova impresa autonoma.

 

LA COMMISSIONE DI VALUTAZIONE E I CRITERI DI ATTRIBUZIONE DEI CONTRIBUTI

La Commissione di valutazione è mista ed è costituita da soggetti provenienti dalle esperienze di impresa nei settori di riferimento del bando e da importanti aziende intercettate dalla cooperativa.

Componenti fissi

  1. n.1 rappresentante della cooperativa  (presidente o direttore)
  2. n. 2 rappresentanti provenienti dal mondo imprenditoriale collegato alla Cooperativa
  3. n. 1 esperto nell’analisi dei piani finanziari, collegato alla Cooperativa
  4. n.1 Esperto nell’analisi dei Business Plan (project manager), collegato alla Cooperativa

Componenti variabili

  1. Consulenti tecnici attivabili ad hoc su particolari idee imprenditoriali eventualmente presentate. Tali consulenti hanno il compito di esprimere un parere tecnico specifico sulla bontà/ fattibilità   dell’idea presentata

I Macro criteri di valutazione privilegiano:

I Macro criteridi valutazione privilegiano:

  1. la natura innovativa (un’idea nuova)
  2. la sostenibilità del progetto (un’idea solida)
  3. la coerenza con le aree di interesse definite e l’eventuale loro compresenzanell’idea di business (un’idea sensibile

Nello specifico:

  • Chiarezza nella presentazione (scritta/orale) dell’idea di Business
  • Coerenza dell’idea con i contenuti del bando (Macro Aree)
  • Conoscenza del contesto e chiarezza del bisogno dal quale si sviluppa l’idea
  • Conoscenza del mercato potenziale di riferimento
  • Completezza del piano operativo ( obbiettivi operativi, strumenti e risorse necessarie)
  • Chiarezza nelle strategie di marketing
  • Completezza del piano finanziario (costi e coperture anche oltre il periodo finanziato dal bando)